Ti trovi qui

Home | Eventi | Marsiglia presenta la “Bouillabaisse” – Mercato Centrale

Marsiglia presenta la “Bouillabaisse” – Mercato Centrale

Mediagallery

La cuoca marsigliese Delphine Roux del ristorante “Chez Madie Les Galinettes” proporrà la sua versione della famosa zuppa di pesce marsigliese. È obbligatoria la prenotazione.

La cena si svolgerà nel suggestivo scenario del Mercato centrale delle Vettovaglie di Livorno, Madame Delphine Roux servirà la suope de poissons presso l’enobistrot “alle Vettovaglie”.

Il “piatto” della serata verrà proposto al prezzo di € 18,00 escluse le bevande ed altre portate.

Per prenotare: 347.7487020 – info@allevettovaglie.com

Per chi fosse interessato alla ricetta:
Private il pesce delle teste, delle pinne e delle code. Mettete gli scarti in una pentola capiente con 1/2 litro d’acqua. Portate a ebollizione e fate sobbollire per 15 minuti. Filtrate e tenete da parte il liquido. Agliate il pesce a grossi pezzi.

Lasciate i molluschi nei loro gusci. Scottate i pomodori, poi scolate e raffreddate in acqua fredda. Pelateli e spezzettateli grossolanamente. Sciogliete lo zafferano in 1 o 2 cucchiai di acqua calda. Scaldate l’olio in una capiente pentola, aggiungete la cipolla, il porro e il sedano e cuocete fino a quando saranno teneri.

Aggiungete l’aglio, il mazzetto di aromi, la scorza d’arancia, i semi di finocchio e i pomodori, poi versate nella pentola lo zafferano sciolto e il brodo di pesce. Insaporite con sale e pepe, poi portate a ebollizione e lasciate sobbollire per 30-40 minuti. Aggiungete i molluschi e fate bollire per circa 6 minuti.

Aggiungete il pesce e cuocete per altri 6-8 minuti, fino a quando si sfalderà con facilità. Utilizzando un mestolo forato, trasferite il pesce in una pirofila riscaldata.

Mantenete il liquido bollente, per permettere all’olio di emulsionarsi con la minestra, aggiungete la purea di pomodori e il Pernod ed assaggiate. Per servire, mettete una fetta di pane sul fondo di ogni piatto da zuppa, versateci la minestra e servite il pesce separatamente, cosparso di prezzemolo.


Durante la serata si esibiranno i Sudstremo, gruppo nato da un’idea di Filippo Pandolfi, chitarrista, che decide di scrivere testi accompagnandosi con la chitarra acustica e condivide inizialmente il suo progetto con Dario Laucci, bassista e amico di lunga data, anch’esso reduce da positive esperienze in generi musicali diversi.

Completano la formazione Jacopo Cherchi, percussionista poliedrico che, con il suo cajòn, trova subito ispirazione nel sound acustico del gruppo, e Francesco Dini, virtuoso chitarrista elettrico.

Il quartetto dei Sudestremo si presenta quindi come il risultato di una moltitudine di influenze musicali, sia del panorama italiano che straniero, che i quattro componenti fondono negli arrangiamenti e nell’interpretazione dei testi, tutti ad ogni modo rigorosamente in lingua italiana, dando vita ad uno stile acustico che li caratterizza e li contraddistingue.

I Sudestremo sono:

  • Voce, Chitarra acustica, Testi: Filippo PandolSi
  • Basso, Cori: Dario Laucci
  • Percussioni: Jacopo Cherchi
  • Chitarra elettrica: Francesco Dini