Ti trovi qui

Home | News | Chef Tomei spiega il segreto del cacciucco.
“E’ il piatto della fratellanza universale”

Chef Tomei spiega il segreto del cacciucco.
“E’ il piatto della fratellanza universale”

Mediagallery

Ci sarà anche lo chef stellato Cristiano Tomei al Cacciucco Galà del 3 luglio in Terrazza Mascagni accanto a Luciano Zazzeri e Carmelo Chiaramonte. Ognuno cucinerà questo tipico piatto tradizionale con il suo modo particolare, ognuno con il segreto. Ed è proprio lo chef viareggino Tomei, titolare del ristornate L’Imbuto a Lucca, che ci spiega il segreto del cacciucco (clicca sotto alla foto principale per guardare la video-intervista integrale ).
“Il segreto del cacciucco? E’ che non ha segreti- spiega alle nostre telecamere lo chef – Nel senso che da secoli ognuno lo ha fatto a suo modo, variando e inventando. E poi diciamocelo chiaramente: il segreto del cacciucco è che è un piatto conviviale che si può mangiare anche con le mani, perché le mani sono fatte per mangiare e non per cliccare sui telefonini”.
La differenza tra cacciucco livornese e quello viareggino?
“E’ semplice ed è data proprio dalla differenza del mare che abbiamo. A Livorno c’è lo scoglio a Viareggio la sabbia o la rena come si dice noi. E di conseguenza la triglia di scoglio è diversa dalla triglia di sabbia e così via. Ma soprattutto il cacciucco alla viareggina ha una salsa molto più tirata. E poi si mischia senza ordine. Nello stesso quartiere in venti case diverse. E’ il piatto della fratellanza universale“.