Ti trovi qui

Home | News | Il Cacciucco? E’ un piatto “5C sostenibile” e aderisce al “Progetto Salute”

Il Cacciucco? E’ un piatto “5C sostenibile” e aderisce al “Progetto Salute”

Mediagallery

Forse non tutti sanno che la manifestazione Cacciucco Pride ha aderito al “Progetto Salute”, un progetto partecipativo di democrazia alimentare finalizzato alla stesura del Piano del Cibo di Livorno e alla costituzione del Consiglio del Cibo cittadino allo scopo di favorire una corretta educazione alimentare, ridurre lo spreco di cibo e favorire l’accesso ad una dieta.

Su tale indirizzo, si è mossa l’iniziativa di Slow Food Livorno, Fisar Delegazione di Livorno e Acquario di Livorno che si sono posti l’obiettivo di definire la ricetta di un Cacciucco non solo “Certificato 5C” ma anche “sostenibile”. Il Cacciucco infatti nasce come piatto povero che sfrutta il recupero del pescato invenduto, quindi di specie commercialmente meno richieste e suscettibili di una variabilità stagionale diversificata di cui, senza dimenticare la necessità di una filiera corta, è necessario tenere di conto per salvaguardare il patrimonio ittico e naturale del nostro mare.

E un buon “Cacciucco 5C Sostenibile” per essere tale deve anche tenere di conto – oltre che del pesce quale ingrediente principale – del pane, dell’olio e del pomodoro (concentrato secondo alcune scuole di pensiero). Il consiglio è quello di scegliere prodotti del territorio, meglio se da coltivazioni biologiche o biodinamiche, che nella nostra provincia, così ricca di produzioni di qualità, si possono facilmente reperire.