Ti trovi qui

Home | News | Tutti i luoghi del Cacciucco Pride 2017. Ecco dove esplode la festa di gusti e sapori

Tutti i luoghi del Cacciucco Pride 2017. Ecco dove esplode la festa di gusti e sapori

Mediagallery

Dopo il grande successo dell’edizione 2016, torna a Livorno il Cacciucco Pride con una programmazione ricca ancor più di luoghi da scoprire, sapori da gustare ed eventi a cui partecipare. Un “Cacciucco Pride 2017” che strizza l’occhio non soltanto alla tradizione culinaria locale ma va andrà a braccetto con le specialità della cucina marinara delle località del Mediterraneo da Marsiglia a Fano.
Molti i “punti caldi” della kermesse dedicata al piatto tipico labronico.

Mercato delle Vettovaglie – Il primo che andremo a scoprire è lo storico e conosciutissimo  Mercato delle Vettovaglie dove per i tre giorni di evento, 16-17 e 18 giugno, nella suggestiva cornice fatta da architetture ottocentesche, gusto, banchi gastronomici e cucine a vista si svolgeranno tre grani eventi culinari. Il primo in programma è previsto per venerdì 16 giugno con Marsiglia presenta la“Bouillabaisse”.  La cuoca marsigliese Delphine Roux del ristorante “Chez Madie Les Galinettes” proporrà la sua versione della famosa zuppa di pesce marsigliese. È obbligatoria la prenotazione. Madame Delphine Roux servirà la suope de poissons presso l’enobistrot “alle Vettovaglie” Per prenotare: 347.7487020 – info@allevettovaglie.com
Per maggior info sull’evento clicca qui.

Sabato 17 giugno, sempre al Mercato delle Vettovaglie, ecc…sua maestà il Cacciucco con l’evento “Livorno presenta il Cacciucco”.  Dopo la Bouillabaisse stavolta al Mercato Centrale è il turno del piatto tipico livornese, il Cacciucco. Dalle ore 20:00 alle Vettovaglie. Per prenotare: 347.7487020 – info@allevettovaglie.com
Ultima sera, domenica 18 giugno spazio alla cucina di Fano e al suo famoso brodetto di pesce. Al Mercato delle Vettovaglie infatti, dalle 19 in poi, avremo un’anteprima del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce. Una collaborazione avviata in onore delle tradizioni marinare italiane, una sorta di coast-to-coast alla scoperta delle cucine regionali e una contaminazione che si sposta dall’Adriatico al Tirreno per rimarcare l’unità di un’Italia che, nonostante le differenze linguistiche, è tutta circondata dal mar Mediterraneo. Come nei migliori patti tra gentiluomini, poi, il cacciucco arricchirà a sua volta l’offerta gastronomica e culturale del Festival fanese a settembre. Avrete quindi modo di gustare il delizioso brodetto preparato dallo Chef Antonio Bedini. Per prenotare: 347.7487020 – info@allevettovaglie.com
Per maggiori info clicca qui.

Terrazza Mascagni – Il luogo caratteristico di Livorno per eccellenza: la Terrazza Mascagni affacciata al mare tra salmastro e natura, tra giochi geometrici e architettura. Un gioiello unico nel suo genere che lo scorso anno fu teatro della bellissima cena di Gala a base di cacciucco. Dal 16 al 18 giugno ecco che sbarca il Food truck Surfer Joe con “Il cacciucco take away”.  Presso questo speciale “furgoncino del gusto” sarà possibile sperimentare la originale formula del Cacciucco servito in un cuore di pane (rosetta). L’originale furgone sarà posizionato presso la straordinaria cornice della Terrazza Mascagni e la degustazione potrà avvenire per tutto il periodo della manifestazione dalle 19 alle 23. Ancora spettacolo poi sulla “scacchiera” della Terrazza con la “Milonga Solidaria” che andrà in scena dalle 19 alle 3 di notte di sabato 17 giugno. Sarà una splendida serata evento di tango argentino promossa e organizzata dall’Associazione Ixnous in compartecipazione con il Comune di Livorno, con il patrocinio dell’Ambasciata Argentina e la collaborazione di FAITango e oltre 40 associazioni di tango europee.

Darsena Vecchia e Piazza Micheli –  Venerdì 17 dalle ore 19:30, nel suggestivo scenario della piazza G. Micheli all’ombra dei “Quattro Mori, verrà servito il Cacciucco Certificato 5c del Gran Duca Ristorante  con la presenza dei sommelier Fisar per l’abbinamento dei vini. Dalle 21:30 il pubblico sarà intrattenuto dall’attore comico Michele Crestacci con lo spettacolo “Il Crestacci e le sue leggi Cacciucchine”. Sabato 17, dalle ore 20:00, sempre di fronte al monumento simbolo di Livorno,  sarà possibile gustare un’altra prelibatezza dello street food in salsa labronica: il fritto di paranza preparato con il pescato di giornata direttamente dai pescherecci ormeggiati in Darsena Vecchia. Il tutto sarà proposto, avvolto nel classico cartoccio di carta gialla, al prezzo di € 5.

Piazza Cavour – Nel cuore della città nella piazza che si affaccia sui canali navigabili di Livorno (che in città vengono chiamati Fossi) ecco che si apriranno i tendoni sul “Cacciucco Village” un presidio organizzativo e informativo per livornesi e turisti del gusto che approderanno in città per questi tre meravigliosi giorni tutti da gustare. In piazza Cavour, all’ombra della statua del conte Camillo Benso, sorgerà un info-point e verrà posizionata la fermata del Bus Navetta che porterà i tanti partecipanti all’interno dei vari luoghi pulsanti della festa. Inoltre saranno disponibili depliant, gadget e artigianato della tradizione livornese nell’area espositiva mercatale a cura di ProLoco Livorno.

Piazza Cavallotti – Il luogo pulsante del mercato en-plen-air livornese la sera si trasformerà, nei tre giorni di evento, in un grande palcoscenico all’aperto. Show da non perdere domenica 18 a partire dalle 21 con la Cacciuccata Musicale dove migliori musicisti a km zero tutti assieme su un palco ad improvvisare. Una big band di 7 elementi dal sound soul/funk degli anni 60. Ma non finisce qui. Piazza Cavallotti si animerà con i suoi “Aperitivi Cacciuccati” disseminati lungo le strade che portano al mercato. Ma ci sarà spazio anche per la danza e il ballo sabato 17 giugno con “Caccciucco Powa” evento, dedicato interamente alle danze di strada ed in particolare a gli stili Hip Hop. Appuntamento per le 17:30 circa e  pronti per continuare fino a tarda serata con lezioni gratuite offerte da varie scuole di danza cittadine prima di dare il via alla “battle” fatta a colpi di street dance free style. Da non perdere anche la serata d’esordio del 17 con gli Esperanto Folk Band in un concerto carico di ritmi e melodie multietniche.